Home
08/09/2015

Vi presentiamo il direttore di divisione aziendale: David Zhou, Quadpack Cina

Proseguendo la nostra serie di interviste, parliamo con David Zhou, il responsabile della sede di approvvigionamento di Quadpack Cina.

Quadpack: Per favore, ci descriva le operazioni di approvvigionamento di Quadpack in Cina.

David Zhou: Siamo un team di nove professionisti, organizzati in tre unità funzionali: fornitura e acquisto (noto localmente come merchandising), controllo di qualità e logistica. Facciamo ricerche di mercato per arrivare a conoscere i produttori e i prodotti disponibili. Usiamo quindi le informazioni di cui disponiamo per fornire soluzioni specifiche ai clienti Quadpack in tutto il mondo. La nostra unità di controllo di qualità assicura l'adeguamento agli standard qualitativi più alti e il nostro team di supporto logistico ci garantisce che tutte le spedizioni arrivino puntuali.

Q: Come selezionate i vostri partner di produzione?

DZ: Un produttore deve rispettare rigidi criteri prima di essere qualificato come partner di fornitura Quadpack. Cerchiamo specializzazione in un tipo di packaging particolare. Facciamo delle verifiche sulla capacità produttiva, sulle procedure operative e sull'assetto organizzativo. Se i risultati ci soddisfano, richiediamo al candidato di sottoporsi a una consulenza indipendente da parte di ProQC, il nostro consulente indipendente certificato. In questo modo abbiamo instaurato dei rapporti di collaborazione prolifici, spesso esclusivi, con i maggiori produttori.

Q: Quali competenze svolgete sul vostro territorio?

DZ: Ci sono molti altri fornitori e uffici commerciali in Cina. Quadpack si distingue per la sua specializzazione in prodotti per la cura della pelle e per la sua forte e affermata clientela in Europa. Il fatto di avere un obiettivo ben saldo, assieme alla buona reputazione e al nostro know-howtecnico, indica che operiamo a un livello differente rispetto alla media degli uffici commerciali cinesi.

Q: Qual è il fattore più importante nel dover trattare con due culture tanto differenti?

DZ: Buona comunicazione. Siamo come dei traduttori. Traduciamo le ricerche dettagliate sulle vendite per i nostri partner di produzione e traduciamo i preventivi tecnici per gli uffici commerciali di Quadpack. Durante lo sviluppo del progetto, ci accertiamo che tutti coloro che fanno parte della catena di fornitura parlino la stessa lingua.

D: Com'e il lavoro a Quadpack Cina?

DZ: Interessante, impegnativo, soddisfacente. Non siamo un team numeroso ma siamo molto efficienti e ci comprendiamo l'un l'altro. Ogni giorno che passa ci presenta una nuova richiesta, una nuova sfida e noi siamo in grado di rispondere velocemente e con precisione. Siamo anche un team giovane che di tanto in tanto organizza una serata al cinema, attività che ci aiuta a rilassarci e a conoscerci meglio.

D: Avete piani per il futuro di Quadpack, Cina?

DZ: Ci stiamo organizzando per vendere in Cina. Fino a poco tempo fa, il 90% del packaging veniva prodotto per l'esportazione. Le cose stanno cambiando. Fin dal 2009, il mercato domestico ha sperimentato una crescita fenomenale, con un aumento significativo dei marchi di cosmetica locali. Un unico marchio di cosmetici ha raggiunto i 6 miliardi di dollari di vendite in soli due anni. Siamo qui, abbiamo le infrastrutture, il know-how, la specializzazione. Ora ci stiamo preparando per assicurarci la nostra fetta di mercato locale.

D: Secondo Lei, qual è il futuro del packaging per i cosmetici?

DZ: Detto in una frase: il riciclaggio post-consumer. I packaging sono fabbricati con materiali ecologici e stanno diventando sempre più popolari. Si tratta di plastica riciclabile come PP e PET, ma anche di materiali naturali come il bambù, che da noi è una grande risorsa e che cresce in fretta. Una tendenza in aumento è anche la possibilità di utilizzo del prodotto con una mano, metodo che garantisce l'igiene nell'applicazione di creme contorno occhi e cosmetici da make-up.