Quadpack News

Quadpack News

24/05/2022

“B Corp significa trasformare l’intera azienda”

Le aziende con uno scopo ambientale e sociale si stanno unendo a B Corp per condividere, favorire e accelerare un cambiamento positivo nel mondo aziendale


Migliaia di aziende si stanno unendo alla comunità di B Corp in tutto il mondo, guidate dallo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente. Ma cosa significa B Corp per le aziende e quanto è profonda la trasformazione richiesta per farne parte?

Pablo Sanchez, Managing Director of B Lab Spagna, organizzazione no profit al servizio del movimento B Corp, ci aiuta a rispondere a queste e ad altre domande.

Cosa significa B Corp per lei?

È una comunità di aziende che stanno guidando un cambiamento nel modello di business e affrontando le complessità che implica questa trasformazione. Molte di esse riconoscono i propri punti deboli ma si impegnano ad andare avanti per creare un impatto positivo e sviluppare nuove soluzioni. Ogni volta che parlo con una persona che lavora in una B Corp, percepisco questo entusiasmo nel rispondere alle sfide. Vedere questa volontà, l’impegno e l’intento mi dà grande speranza.

Cosa spinge un’azienda a voler diventare una B Corp?

È soprattutto una questione culturale, in cui la leadership si rende conto della responsabilità che ha come azienda. Tradizionalmente, un’azienda è vista semplicemente come un agente economico focalizzato su vendite e profitti, ma il cambiamento inizia quando i capi credono di poter contribuire con soluzioni che riguardano sfide sociali e ambientali. 

Quanto è rigorosa la valutazione di B Corp e come si differenzia da altre certificazioni sulla sostenibilità?

La valutazione misura ciascuna delle operazioni di un’azienda e il suo modello di business, non solo prodotti e processi, ci sono più di 200 indicatori che aiutano a costruire una radiografia di tutte le attività. Poiché è strutturata da gruppi di interesse, mostra come un’azienda potrebbe migliorare l’impatto per ciascuno di questi gruppi. La grande differenza è che B Corp non è solo una valutazione o una certificazione, è un’identità. Si entra a far parte di una comunità con una visione condivisa, che apporta conoscenze, scambio di pratiche e cambiamenti nella catena del valore e nell’ecosistema dell’azienda.

Quanto è difficile ottenere il punteggio minimo (80 punti) nella prima valutazione?

Non è semplice, questo è voluto perché richiede riflessione e sforzo. Il punteggio medio per una prima valutazione è di circa 55 punti, abbastanza lontano da questo punteggio minimo, ma la cosa importante è iniziare il viaggio. A livello globale, 200.000 aziende sono registrate sulla piattaforma ma solo 5.000 sono aziende certificate. E questo perché molte usano la piattaforma per misurare l’impatto e la cultura come primo passaggio, cosa che incoraggiamo a fare.

Quanto è cresciuta la comunità B Corp negli ultimi tempi e in che modo la pandemia ha influito su questa tendenza?

Dal 2019, abbiamo avuto una crescita dal 30% al 40% in tutto il mondo. Nel 2021, siamo cresciuti del 60%, e probabilmente avremo un risultato simile anche quest’anno. La pandemia ha accelerato il ritmo di crescita. Quando parlo di impatto ambientale e sociale e di come questo è entrato a far parte dello scopo dell’azienda, funzionando come una bussola per guidare le decisioni aziendali, riesco a vedere che questi sono elementi che hanno risonanza all’interno di consigli di amministrazione e commissioni e hanno una forte influenza sulle strategie commerciali, finanziarie e di prodotto, per esempio.

Quanto i settori cosmetico e del packaging sono interessati a entrare a far parte della comunità di B Corp? Secondo lei, in cosa possono migliorare?

Il settore cosmetico ha fatto grandi passi avanti. Alcune aziende di skincare, come ISDIN, Rituals e The Body Shop, sono B Corp e altri brand sono interessati a o lo stanno diventando. Il settore del packaging, come tutti i settori di produzione, ci sta mettendo un po’ di più. La certificazione B Corp è una grande opportunità per differenziarsi, non solo perché aiuta a soddisfare dei requisiti, ma anche perché è un elemento di innovazione aziendale. Suppongo che i dubbi a riguardo derivino dai cambiamenti insiti in questo processo. Dico sempre che non si può tornare indietro.

B Corp significa trasformare l’intera azienda, dal design alla gestione del prodotto. Ma il progresso riguarda soprattutto il pensare al modo in cui l’azienda si può sviluppare. Il modello che abbiamo oggi probabilmente sarà diverso tra 10 anni, anche per le pressioni del governo e dei consumatori. Vogliamo aspettare che queste pressioni ci costringano ad agire o vogliamo guidare il cambiamento?